Le ulcere flebostatiche recidive degli arti inferiori: analisi di un’esperienza/Recurrent venous leg ulcers: clinical analysis of an experience

  • Alberto Garavello | garavellalberto@gmail.com Centro per la Terapia dell’Ulcera, UOC Chirurgia d’Urgenza, Ospedale San Filippo Neri, Roma, Italia.
  • Margherita Lo Ponte Centro per la Terapia dell’Ulcera, UOC Chirurgia d’Urgenza, Ospedale San Filippo Neri, Roma, Italia.
  • Stefania Gilardi Centro per la Terapia dell’Ulcera, UOC Chirurgia d’Urgenza, Ospedale San Filippo Neri, Roma, Italia.
  • Paola Fiamma Centro per la Terapia dell’Ulcera, UOC Chirurgia d’Urgenza, Ospedale San Filippo Neri, Roma, Italia.
  • Massimo Tozzi Centro per la Terapia dell’Ulcera, UOC Chirurgia d’Urgenza, Ospedale San Filippo Neri, Roma, Italia.

Abstract

Nonostante i recenti progressi in tema di wound care, le ulcere varicose degli arti inferiori restano un problema frequente, con un alto tasso di recidiva. In questo lavoro abbiamo esaminato la storia clinica, la storia chirurgica e le patologie associate di 133 pazienti affetti da ulcera varicosa degli arti inferiori, di cui 56 da ulcera recidiva o plurirecidiva. L’analisi dei fattori di rischio potenziale per recidiva ha evidenziato come la presenza di varici recidive, una pregressa trombosi venosa profonda, problemi ortopedici, interventi ortopedici, l’obesità e un’età inferiore a 60 anni siano fattori di rischio potenziale per una recidiva dell’ulcera. La combinazione di uno più fattori di rischio assume significatività per la possibilità di una recidiva; si passa dal 22,7% in assenza di fattori di rischio al 33% per i pazienti che ne presentano due, fino al 57,5% in presenza di tre fattori di rischio e all’81,3% per quattro o più. L’ulcera varicosa richiede un follow-up stretto del paziente e una terapia elastocompressiva continua, che deve vedere una stretta collaborazione del paziente e un’attenzione specifica ai fattori di rischio.

Despite recent advances in wound care, varicose ulcers of lower limbs remain frequent and display a high rate of recurrence. In this paper, we examined the clinical, surgical histories and associated diseases of 133 patients with venous ulcers of the lower limbs, which were recurrent in 56 cases. The analysis of potential risk factors for recurrence showed that the presence of recurrent varicose veins, a previous deep venous thrombosis, orthopedic problems, previous orthopedic procedures, obesity and age lower than 60 are potential risk factors for ulcer recurrence. Furthermore, the association of one or more risk factors increased the likelihood of relapse, from 22.7% with no risk factors to 33% with 2 risk factors, up to 57.5% with 3 risk factors, and up to 81.3% with 4 risk factors or more. Venous ulcers require close follow-up and continuous elastic compression, close collaboration by the patient and specific focus on risk factors.

Dimensions

Altmetric

PlumX Metrics

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili
Pubblicato
2019-06-25
Info
Fascicolo
Sezione
Articoli
Parole chiave:
Ulcera varicosa, Varici, Ulcere flebostatiche recidive
##article.stats##
  • Abstract views: 454

  • PDF: 411
  • PDF (English): 72
  • Supplementary: 46
  • Supplementary (English): 43
Come citare
Garavello, A., Lo Ponte, M., Gilardi, S., Fiamma, P., & Tozzi, M. (2019). Le ulcere flebostatiche recidive degli arti inferiori: analisi di un’esperienza/Recurrent venous leg ulcers: clinical analysis of an experience. Italian Journal of Wound Care, 3(2). https://doi.org/10.4081/ijwc.2019.47