Utilizzo di staminali da tessuto adiposo nelle lesioni cutanee croniche: esperienza clinica/Use of adipose tissue stem cells in chronic skin lesions: clinical experience

Main Article Content

Fabrizio Moffa *
Alberico Balbiano da Colcavagno
Elia Ricci
(*) Autore principale:
Fabrizio Moffa | fabrizio.moffa@fastwebnet.it

Abstract

La guarigione di una ferita cronica è un processo articolato e complesso, che richiede una visione clinica globale del paziente. Tuttavia, il trattamento locale del letto della ferita riveste un’importanza fondamentale. Sempre più ormai si parla di medicina rigenerativa di tipo induttivo come mezzo per stimolare le cellule senescenti all’interno di una lesione cutanea cronica, in particolare mediante l’utilizzo delle cellule staminali mesenchimali. Il tessuto adiposo autologo rappresenta una fonte di cellule staminali e la tecnologia Lipogems® ne rende possibile la sua applicazione clinica. In questo studio vengono analizzati i risultati ottenuti con tale metodica che, seppur con i limiti di un numero ancora non consistente di pazienti, sono comunque incoraggianti nel proseguire lungo questa strada, considerata da molti come l’ultima frontiera nel wound care.


The healing of a chronic wound is an articulated and complex process, requiring a patient’s clinical global vision. However, local treatment of the wound bed is of fundamental importance. More and more now we talk about regenerative medicine as a means to stimulate senescent cells in a chronic skin lesion, particularly through the use of mesenchymal stem cells. Autologous adipose tissue is a source of stem cells and Lipogems® technology makes it possible for its clinical application. In this study we analyze the results obtained with this method that, even with the limits of a not yet substantial number of patients, they are still in encouraging continue along this road, considered by many as the last frontier in wound care.


I downloads mese per mese

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Biografia dell'Autore

Fabrizio Moffa, U.O.A. Ferite Difficili Casa di Cura e Riposo San Luca, Pecetto Torinese (TO)

Specialista in Chirurgia Generale