Indagine conoscitiva: la valutazione e la gestione del paziente portatore di lesioni cutanee/Learning survey: assessment and management of the patient with wounds

Main Article Content

Elisabetta Sardone *
Elena Toma
(*) Autore principale:
Elisabetta Sardone | elisabetta.sardone@aslroma2.it

Abstract

L’obiettivo è stato di esplorare come realmente viene svolta la gestione e la valutazione del paziente portatore di lesioni cutanee (LC) nel territorio italiano individuando: i metodi utilizzati per la valutazione; se e come è attualmente documentato il percorso assistenziale; la capacità operative e livello formativo degli operatori coinvolti; quanto è percepita l’esigenza dell’operatore di avere uno strumento guida dedicato. Lo studio è stato eseguito attraverso un’indagine conoscitiva rivolta alla professione infermieristica, sviluppata con l’ausilio di un questionario dedicato validato, con distribuzione cartacea e online (1200 questionari) su un campione d’indagine di 726 questionari. Il profilo della popolazione coinvolta è: 71% di genere femminile, 54% di età superiore ai 40 anni, 84% infermiere, 16% infermiere Wound Care Specialist (WS), 63% lavora in struttura ospedaliera, 13% effettua 21-100 medicazioni ogni 15 gg. Riguardo l’utilizzo della documentazione emerge che: 53% dei professionisti non utilizza documentazione standardizzata, ma come strumenti prevalenti la cartella clinica ed il diario di consegna; 18,60% non documenta l’attività e non usa scale validate. Risulta inoltre che: 65% degli operatori non valuta complessivamente la lesione e 78% non valuta il letto della lesione, 94% non valuta lo stato nutrizionale del paziente, 93% esprime l’esigenza di avere uno strumento che guidi e documenti l’attività di valutazione e gestione della LC. Solo 59% degli operatori conosce i servizi territoriali dedicati alla cura delle LC e il 70% è al corrente dell’esistenza del Master Universitario di I Livello. È quindi risultata radicata la cattiva pratica di non effettuare la valutazione del rischio, la valutazione della lesione e dello stato nutrizionale. Alla luce dei dati emersi, la situazione riscontrata è incompatibile con un sistema sanitario efficace e sono compromesse la qualità e appropriatezza degli interventi per la cura delle persone affette da lesioni cutanee a tutti i livelli.


The aim was to explore how the management and assessment of the patient with skin lesions (SL) is actually carried out in the Italian territory by identifying: the methods used for the evaluation; whether and how the care pathway is currently documented; the ability and training level of the operators involved; how much the operator perceives the need of having a specific guide tool. The study was carried out through a consultation focused on the nursing profession, developed with the help of a dedicated and validated questionnaire, with printed and online distribution (1200 questionnaires) on a survey sample of 726 questionnaires. The profile of the involved population is: 71% female gender, 54% over forty, 84% nurse, 16% Wound Care Specialist (WS) nurse, 63% working in hospital, 13% making 21-100 dressings every 15 days. As regards the use of scientific documentations, it emerges that: 53% of professionals does not use standardized documentation, but, as prevalent tools, they use medical records and delivery diary; 18.60% does not document the activities and does not use rating scales. It also appears that: 65% does not evaluate the lesion and 78% does not evaluate the wound bed, 94% does not evaluate the nutritional status of the patient, 93% expressed the requirement to have a tool to guide and document the evaluation and management of SL. Only 59% knows the territorial services dedicated to the care of the SL and the 70% is aware of the existence of the University Master’s degree. The bad practice of not carrying out the risk assessment, the assessment of the lesion and the nutritional status has therefore been rooted. In the light of the emerged data, the situation found is incompatible with an effective health system and the quality and appropriateness of interventions for the treatment of people with skin lesions at all levels are compromised.


I downloads mese per mese

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Biografia dell'Autore

Elisabetta Sardone, ASL Roma 2, Roma